Todd Phillips riflette su una particolare teoria a proposito del Joker di Joaquin Phoenix

Il regista di Joker, Todd Phillips, ha affrontato un’importante teoria dei fan secondo cui il Joker di Joaquin Phoenix potrebbe non essere la vera nemesi di Batman.

Leggi anche: RECENSIONE – Joker

Phillips ha recentemente incontrato il Los Angeles Times per approfondire alcune delle ambiguità del film, incluso se il carismatico quanto terrificante clow principe del crimine di Arthur Fleck sia o meno il vero Joker che abbiamo imparato a conoscere. Ovviamente spoiler per chi non ha visto il film.

Nell’intervista, ha proposto un approccio diverso al classico personaggio, ovvero che quello interpretato da Joaquin Phoenix possa in effetti servire da ispirazione per il supercattivo di Gotham City.

“Forse il personaggio di Joaquin ha ispirato il Joker”, ha detto Phillips. “Non lo sai davvero. La sua ultima battuta nel film è: ‘Non la capiresti’. C’è molto da riflettere in quel contesto ed è interessante.”

Questa spiegazione aiuterebbe sicuramente a collegare i punti per quei fan che hanno sottolineato la differenza di età non canonica tra Bruce Wayne e Arthur Fleck nel film DC, poiché presenta la possibilità che un altro individuo disturbato abbia assunto l’identità di Joker dopo aver affrontato la stessa discesa nella follia del personaggio, e da lui sia stato ispirato.

Nelle scene finali infatti vediamo la sommossa creata da Joker invadere e dare alle fiamme Gotham City, ed in particolare uno dei balordi ispirati da quella follia, opportunamente mascherato in modo che non lo si possa riconoscere e che possa effettivamente essere chiunque, assalta e uccide i genitori del piccolo Bruce Wayne, innescando quando la sequela di eventi che porterà il piccolo ereditiero a diventare il flagello della malavita do Gotham.

Fonte