Tom Holland ha avuto difficoltà a interpretare Spider-Man per via del suo ruolo in Uncharted

Tom Holland rivela di aver avuto difficoltà a dimenticare il suo ruolo in Uncharted durante le riprese di Spider-Man 3.

Come uno dei giovani interpreti più richiesti di Hollywood, Holland ha prende parte a serie di film molto attesi. Due dei suoi progetti più attesi sono l’adattamento di Uncharted, in cui interpreta Nathan Drake, e Spider-Man 3.

I due film hanno occupato la maggior parte dell’agenda lavorativa di Holland, anche dietro le quinte. Dopo che Uncharted ha terminato le riprese, Holland ha avuto solo tre giorni di inattività prima di iniziare il lavoro su Spider-Man 3 ad Atlanta. In nuove osservazioni, Holland confessa che il passaggio da Nathan Drake a Peter Parker è stato inizialmente un po’ difficile.

Parlando con Screen Daily, per promuovere il suo prossimo film Cherry, Holland ricorda di aver avuto inizialmente qualche difficoltà a passare dalla postura e dal comportamento generale di Nathan a quella di Peter. La discrepanza è stata notata dalla produttrice Amy Pascal, dal regista di Spider-Man 3 Jon Watts e, infine, dallo stesso Holland.

“Stavo girando questa scena [in Spider-Man 3] in cui entravo in questo edificio e c’è questa bella ripresa cinematografica. Dopo la scena Amy Pascal mi ha preso da parte e ha detto: ‘Perché cammini così? Stai camminando come un uomo; devi camminare come un ragazzo’. Sono tornato indietro, ho guardato il monitor, e ho potuto vedere che stavo camminando con spavalderia e sicurezza. Jon Watts ha detto: ‘Va bene, è Nathan Drake. Lo resettiamo e riavremo Peter Parker.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: