Tomb Raider: il British Board of Film Classification rivela la durata del film

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Con Black Panther che continua a distruggere record al botteghino, ed A Wrinkle in Time pronto ad arrivare in una settimana, parrebbe essere un momento non troppo buono per rilasciare un film mentre i due giganti Disney dominano. La settimana che segue A Wrinkle In Time ci porterà l’ultimo adattamento cinematografico di un videogioco prodotto, Tomb Raider, che ora parrebbe aver rivelato lo runtime ufficiale grazie al BBFC.

Il BBF, che sta per British Board of Film Classification, è essenzialmente la versione del Regno Unito della MPAA. Il BBFC offre ai film in uscita la classificazione e una valutazione ufficiale, ma tende anche a regalare agli spettatori una prima occhiata al runtime dei film in uscita. Riguardo a Tomb Raider, a sole due settimane dal rilascio, il BBFC ha rivelato che avrà una durata di 118 minuti.

Considerando che la maggior parte delle produzioni arrivano a portare un film alla durata di un paio di ore o poco di più, potrebbe apparire come un runtime piuttosto magro. Anche se, con la tendenza ad affannarsi per adattare le trame che hanno film tratti dai videogiochi, potrebbe non essere una notizia così tremenda, ed il runtime potrebbe essere efficace per dipanare bene la storia e farla godere al pubblico.

Che ne pensate? Ce lo vedo bene uno come Junkie XL dietro alle musiche del nuovo Tomb Raider.

Lara Croft è la figlia indipendente di un eccentrico avventuriero svanito nel nulla quando lei era ancora un’adolescente. Oggi 21enne e senza un reale scopo nella vita, Lara vaga per le caotiche strade di East London come corriere – riuscendo a malapena a pagarsi l’affitto – mentre frequenta delle lezioni universitarie – facendo a malapena in tempo ad arrivare a lezione. Determinata a forgiare la propria strada, si rifiuta di prendere le redini dell’impero di suo padre, rifiutando persino l’idea che lui sia davvero morto. Molti le consigliano di affrontare i fatti e di andare avanti, e la stessa Lara non capisce con esattezza che cosa la porti a voler risolvere il mistero riguardo la morte del proprio genitore.

Andando contro le ultime volontà di suo padre, Lara si lascia tutto alle spalle cercando l’ultima destinazione in cui l’uomo è andato: una leggendaria tomba su una mitica isola che potrebbe trovarsi da qualche parte nelle coste giapponesi. La sua missione, però, non sarà facile, e già solo raggiungere l’isola si rivelerà estremamente difficile. Improvvisamente, le prove aumenteranno per Lara, che – armata solamente della sua mente acuta, della sua fede cieca e del suo spirito testardo – dovrà imparare a spingersi oltre i propri limiti mentre si avventura nell’ignoto. Se sopravviverà, allora si sarà guadagnata il suo soprannome, Tomb Raider (predona delle tombe).

L’uscita del reboot di Tomb Raider è prevista per il 16 marzo del 2018, con Roar Uthaug alla regia su una sceneggiatura di  Geneva Robertson-Dworet.

Nel cast Alicia Vikander (Lara Croft), Walton Goggins (Padre Mathis Vogel), Dominic West (Lord Richard Croft) e Hannah John-Kamen. La fotografia sarà a cura di George Richmond, mentre la colonna sonora sarà composta da Junkie XL.