Tomb Raider: MGM ha perso i diritti del film; cancellato il sequel con Alicia Vikander

La MGM ha perso i diritti cinematografici di Tomb Raider, basato sul popolare videogioco, scatenando una guerra di offerte per l’IP.

La MGM ha avuto tempo fino a maggio di quest’anno per dare il via libera al sequel di Tomb Raider, ma la finestra di opportunità è passata. Una miriade di studi cinematografici di Hollywood sono nel mix adesso proponendo le proprie offerte, secondo più addetti ai lavori con conoscenza del progetto e stando a The Wrap.

Alicia Vikander, che ha interpretato Lara Croft in Tomb Raider del 2018, non è più legata al progetto. Gli addetti ai lavori aggiungono che, qualora i diritti venissero acquisiti da un altro studio, il nuovo progetto sarebbe un riavvio completo senza impegni circa il mantenimento dal cast o del regista. I diritti sono tornati alla società sviluppatrice dei giochi, quindi ora attendiamo con pazienza il nuovo studio cinematografico pronto a sviluppare il nuovo film.

Il Tomb Raider del 2018 ha guadagnato quasi $ 275 milioni al botteghino globale. Il film è basato sulla popolare serie di videogiochi con protagonista l’avventurosa Lara Croft, e i giochi sono stati inizialmente adattati in una coppia di film nel 2001 e nel 2003 con Angelina Jolie, che hanno incassato 432 milioni di dollari in tutto il mondo.

Un sequel del film Tomb Raider del 2018 ha visto la showrunner di Lovecraft Country, Misha Green, venir incaricata di scrivere e dirigere a un certo punto, ma il tutto è andato in pezzi.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: