WandaVision: Emma Caulfield parla della serie e del mistero del suo personaggio

Emma Coalfield di WandaVision ha ammesso che Dottie è stata concepita per ingannare i fan.

Molte persone si aspettavano che il personaggio fosse una parte più importante della serie, ma semplicemente non era destinato a esserlo. L’attrice ha parlato della sua parte in WandaVision con Vanity Fair, e nella discussione ha fatto sapere che voleva che i fan sapessero che non è responsabile del ruolo che le è stato dato.

Sono stati posti dgli indizi, secondo una serie di fan, all’interno delle puntate, ma alla fine questo si è rivelato solo il prodoto do un over-thinking. La gente pensava che Reed Richards sarebbe arrivato nello spettacolo, forse Mephisto, o altro, ma WandaVision ha disatteso ogni aspettativa.

Agatha alla fine, come da noi teorizzato, era l’unica vera minaccia per Wanda, in una storia incentrata unicamente sulla sua elaborazione del dolore. Dottie e gli abitanti comunque giocano un ruolo più importante nel finale.

“Era impossibile per le persone non rimanere deluse!”, ha spoiegato l’attrice. “Sto cercando di non apparire ingenua, ma sapevo benissimo che [le loro teorie] erano lontane dalla verità. È dura, essere la falsa pista. Ancora una volta, spero che nessuno cominci a lanciare uova contro la mia casa. E’ stato molto inteso il fatto che mi sia presentata in quel modo. Calcolato non è la parola giusta, ma è comunque stato intenzionale.”

In una conversazione con Comicbook, l’attrice ha anche affermato di rispettare ciò che i fan hanno portato in tavola.

“Beh, non sai mai cosa puoi dire. Stavo cercando di pensare a un modo per darvi qualcosa, ma… penso che i fan della Marvel siano molto intelligenti e penso che siano molto accurati. Sono molto precisi nei dettagli, e prestano attenzione a tutto. Sapete, però alla fin fine lo stile della serie lascia intendere fin dall’inizio che niente è come sembra.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: