Warner Bros. Television ha risposto alle accuse di Ruby Rose circa l’esperienza con Batwoman

Warner Bros. Television, lo studio dietro il dramma della CW Batwoman, ha rilasciato una dichiarazione con parole forti in risposta al feroce attacco dell’ex star Ruby Rose allo show, allo studio e ai produttori.

Leggi anche: Ruby Rose denuncia abusi e maltrattamenti sul set di Batwoman e li indica come il vero motivo del suo abbandono

Nella dichiarazione la Warner Bros. TV conferma l’affermazione di Rose secondo cui è stata licenziata dallo spettacolo, ma afferma che l’azione è stata il risultato di un’indagine interna sulle “denunce di comportamento sul posto di lavoro” contro l’attrice.

Una simile indagine sul comportamento di Rose era stata a lungo vociferata ma non ufficialmente confermata fino ad oggi.

“Nonostante la storia revisionista che Ruby Rose sta ora condividendo online rivolta ai produttori, al cast e alla troupe, alla rete e allo Studio, la verità è che la Warner Bros. Television aveva deciso di non esercitare la sua opzione di ingaggiare Ruby per la seconda stagione di Batwoman sulla base di molteplici lamentele di mal comportamento sul posto di lavoro che sono state ampiamente riviste e gestite in privato per rispetto di tutti gli interessati.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: