Watchmen: Damon Lindelof smentisce le teorie sulla ridicolizzazione del film di Zack Snyder

Nonostante quello che pensano diverse persone, la serie Watchmen della HBO non sta prendendo in giro il film di Zack Snyder del 2009.

Sia la serie TV che il film sono basati sull’iconica graphic novel del 1987 di Alan Moore e Dave Gibbons. Il fumetto ruota attorno a un gruppo di supereroi americani principalmente in pensione che esistono in una storia alternativa durante l’apice della guerra fredda.

Guidato da Damon Lindelof, il nuovo adattamento che è andato in onda ogni settimana su HBO, si allontana dal film cult di Zack Snyder. Invece, Watchmen racconta una storia 34 anni dopo gli eventi della saga a fumetti ed è ambientato a Tulsa, in Oklahoma, in una realtà alternativa. Lo spettacolo si concentra sulle tensioni razziali in città tra il gruppo suprematista bianco soprannominato il Settimo Cavalleria e il Dipartimento di Polizia con il detective Angela Abar (Regina King) – un detective noto anche come Sister Night, al centro della narrazione.

Mentre Watchmen della HBO non affronta direttamente gli eventi del film di Snyder, alcuni hanno ipotizzato che lo spettacolo all’interno di uno spettacolo, “American Hero Story” sia un modo per la serie sequel di prendere in giro il film. Nel programma in-universe, Hooded Justice è interpretato da Cheyenne Jackson, un attore bianco, mentre la versione reale del personaggio della serie è un uomo di colore di nome Will Reeves (Louis Gossett Jr.). Questo è percepito da alcuni come un colpo della serie per cancellare il film. Inoltre, secondo alcuni, le sequenze d’azione iper-stilizzate di “American Hero Story”, abbinate alle sue riprese al rallentatore, sono una scelta deliberata per parodizzare lo stile visivo di Snyder. Tuttavia, sia Lindelof che la coproduttrice Nicole Kassell hanno negato queste affermazioni con veemenza in una recente intervista a Variety (via SR).

“Mi prenderò sempre la responsabilità quando strizzerò l’occhio, insulterò o trollerò”, ha detto Lindelof. “Non ho mai avuto intenzione di prendere in giro, fare riprese, o trollare il film di Watchmen di Zack Snyder. Ho un grandissimo affetto per il film e per lo stesso Zack. E sento sia quasi impossibile vincere la sfida del creare un adattamento di tre ore davvero fedele di Watchmen. Inoltre penso che abbia fatto il lavoro più bello possibile.”

In seconda sede Nicole Kassell ha detto: “Lo ammiro pienamente come regista, quindi sentire che potrebbe anche essere usato come commento negativo è terribile“.

Come sapete, Snyder è stato inizialmente coinvolto nello sviluppo della serie Watchmen. Ma due anni dopo, quando è stato annunciato nel 2015, è stato confermato che non è più collegato al progetto. Invece, HBO ha avviato i negoziati con Lindelof per la guida. Da lungo tempo fan del rivoluzionario fumetto originale, Lindelof ha rifiutato il progetto un paio di volte a causa della pressione, ma alla fine ha firmato. Lo spettacolo deve ancora essere confermato per una seconda stagione e il finale della stagione 1 è previsto per questa settimana, ma considerando l’enorme apprezzamento che ha ricevuto, c’è una fortissima possibilità che HBO rinnoverà Watchmen per una stagione 2.

Con Lindelof e Kassell che chiariscono la questione, i fan possono semplicemente godersi l’episodio finale della stagione 1 di Watchmen e apprezzare ciò che lo spettacolo è stato in grado di fare da quando ha debuttato a ottobre. Tra la grande sceneggiatura e la brillante interpretazione degli attori, la serie è facilmente uno dei migliori spettacoli attualmente in onda, se non una delle migliori serie dei tempi moderni,

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: