Watchmen: Lindelof parla della serie HBO

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Un sacco di fan si sono chiesti che cosa abbia pianificato esattamente Damon Lindelof per la sua serie HBO Watchmen, specialmente dopo che sono emerse alcune descrizioni dei personaggi. Queste descrizioni pare non abbiano nulla a che vedere con il romanzo di Alan Moore , cosa che ha fatto preoccupare i fan.

Lindelof a tal proposito ha recentemente condiviso una lettera molto sentita sui social, condividendo i suoi onesti pensieri riguardo Watchmen, la sua storia e la serie che lancerà. È in questa lunga lettera che rivela che la serie non sarà un adattamento del lavoro di Alan Moore. Inoltre, non sarà un sequel. Ma sarà ambientato nello stesso universo. Ecco le sue esatte parole:

“Non desideriamo adattare i dodici numeri che il signor Moore e il signor Gibbons hanno creato trent’anni fa: questi temi sono terreni sacri e non saranno ricostruiti né ricreati né riprodotti né riavviati, ma saranno comunque remixati. Le battute più familiari sono semplicemente troppo meravigliose e saremmo sciocchi a non campionarle. Queste dodici questioni originali sono il nostro Vecchio Testamento. Quando il Nuovo Testamento arriverà, non cancellerà in alcun modo ciò che è venuto prima. Abraham e Isaac, The Flood: è successo tutto, e lo sarà anche con Watchmen. Il Comico è morto, Dan e Laurie si sono innamorati. Ozymandias ha salvato il mondo e il Dr. Manhattan l’ha lasciato dopo aver fatto a pezzi Rorschach nell’amaro freddo dell’Antartide”.

La serie potrebbe sembrare un sequel a quegli eventi ma non lo è affatto. Lindelof continua a offrire le seguenti informazioni riguardanti l’impostazione e il tono:

“Questa storia sarà ambientata nel mondo che i suoi creatori hanno faticosamente costruito … nella tradizione del lavoro che l’ha ispirata, ma questa nuova storia deve essere originale, deve vibrare con l’imprevedibilità sismica delle sue placche tettoniche. Deve fare domande ed esplorare il mondo attraverso una nuova lente. Cosa più importante, deve essere contemporaneo. L’Antico Testamento era specifico per gli anni Ottanta di Reagan e Thatcher e Gorbaciov. Il nostro ha bisogno di risuonare con la frequenza di Trump, May e Putin … il che significa che gli eroi e i cattivi – come se i due si distinguessero – stanno giocando per diversi interessi”.

In realtà posso dirmi felice di questa presa di posizione rispetto alla storia originale. Se la loro intenzione è quella di sviluppare una serie ambientata nello stesso universo che racconta una storia originale con personaggi originali, ne verrà fuori qualcosa di fantastico, e renderà sicuramente le cose più interessanti! Penso che questa sia la giusta direzione per la serie.

Puoi leggere l’intera lettera di Lindelof qui sotto. È una lettura davvero interessante. Lindelof è un vero fan del materiale originale, ed è per questo che non vuole toccarlo. Si rende conto che è sacro, ma ora, con questa serie, spera solo di aggiungere qualcosa di nuovo al mondo creato da Moore e Dave Gibbons. Cosa ne pensate? Credete che sia stata la giusta mossa? Ditecelo nei commenti!

Ecco la lettera completa:

View this post on Instagram

Day 140.

A post shared by Damon (@damonlindelof) on