Wonder Woman 1984 è ancora canonico con il DCEU e Batman V Superman

Nonostante la domanda in corso sul ruolo del film nell’Universo DC, Wonder Woman 1984, a quanto pare la seconda avventura cinematografica di Gal Gadot come Diana Prince sarà parte della continuity di Batman V Superman: Dawn of Justice.

Batman V Superman: Dawn of Justice è stato un film che ha sconvolto la Warner Bros. e il suo universo cinematografico DC in modi che non si aspettava. Mentre il film ha guadagnato ben oltre 800 milioni di dollari in tutto il mondo, non ha fatto i soldi previsti dalla major, è stato ferito dalla critica suscitando anche reazioni contrastanti da parte del pubblico – nonostante poi sia stato rivalutato negli anni da tantissime persone.

L’accoglienza di Justice League non ha aiutato le cose e ha spinto la Warner Bros. a portare l’universo DC verso una nuova direzione che ha lasciato lo status di Batman V Superman e dei suoi personaggi in sospeso. Il film, tuttavia, è apparentemente ancora canonico in Wonder Woman 1984.

Dall’uscita di Justice League, lo stato di molti attori e personaggi nell’universo DC è cambiato. Da allora Ben Affleck ha lasciato il ruolo di Batman, sostituito da Robert Pattinson. Henry Cavill non ha ufficialmente lasciato il ruolo di Superman, ma permangono le voci sullo stato del suo ruolo. La Wonder Woman di Gal Gadot, tuttavia, rimane e molti si sono spesso chiesti come il suo personaggio avrebbe funzionato nella nuova direzione che l’Universo DC stava prendendo. Per il momento, tuttavia, sembra che l’imminente film di Wonder Woman non cambierà nulla.

In un’intervista con Empire Magazine, è stato confermato che nella timeline della Wonder Woman di Gal Gadot, Batman v Superman: Dawn of Justice è ancora canonico.

“Secondo Empire, Batman V Superman è ancora canonico rispetto a Wonder Woman 1984, e Diana lavora al Smithsonian per tenere traccia di eventuali oggetti pericolosi o mistici, vivendo nel complesso Watergate, dove ha gli occhi dappertutto a Washington e può monitorare il governo degli Stati Uniti.

Wonder Woman è ancora là fuori a fare atti eroici negli anni ’80, ma cerca sempre di non farsi notare nel farlo, quindi le persone non ne sono consapevoli. Diana, ora matura ed evoluta, evita solide amicizie in Wonder Woman 1984 perché ha paura di perdere le persone come ha perso la sua squadra originale.”

Qui sotto i tweet che descrivono l’intervista:

Con un rapido balzo Wonder Woman 1984 ci porta fino agli anni ’80. Nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, che si troverà ad affrontare un nemico del tutto nuovo: The Cheetah. Sono iniziate le riprese del film che riprende le avventure della supereroina, dopo il primo film campione d’incassi della scorsa estate “Wonder Woman” della Warner Bros. Pictures che ha incassato 822 milioni di dollari al box office a livello mondiale. Come il precedente, anche “Wonder Woman 1984” sarà diretto dall’acclamata regista Patty Jenkins e la protagonista sarà ancora una volta Gal Gadot.

Wonder Woman 1984 uscirà nelle sale statunitensi il 14 agosto 2020, con Patty Jenkins alla regia, su una sceneggiatura di Dave Callaham, Geoff Johns e della stessa Jenkins, con un soggetto di Geoff Johns e Patty Jenkins, e con Gal Gadot, Patty Jenkins, Stephen Jones, Charles Roven, Deborah Snyder e Zack Snyder come produttori.

Nel cast Gal Gadot (Diana Prince / Wonder Woman), Chris Pine (Steve Trevor), Connie Nielsen (Hippolyta), Pedro Pascal, Robin Wright (Antiope), Kristen Wiig (Barbara Minerva / Cheetah) e si vocifera un cameo di Lynda Carter, interprete di Wonder Woman nell’omonima serie tv degli anni ’70.

La fotografia è a cura di Matthew Jensen, mentre la colonna sonora è composta da Hans Zimmer.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: