Wonder Woman 1984: Patty Jenkins spiega come il 2020 e il 1984 hanno influito sulla pellicola

A meno di tre settimane dalla prima assoluta di Wonder Woman 1984 nei cinema e su HBO Max, l’attesa per il ritorno di Diana Prince nell’universo DC è ai massimi livelli.

La Warner Bros. sta finalmente aprendo le porte del film, dando la possibilità all’attrice Gal Gadot e la regista Patty Jenkins di parlare e discutere del sequel. E mentre il film doveva originariamente uscire lo scorso anno, ha subito molti cambiamenti a causa della debacle semplicemente chiamata 2020.

Jenkins ha spiegato che nessuno è immune dalle difficoltà di quest’anno, e guardando al suo nuovo film attraverso l’obiettivo del 2020, la regista ha una nuova intuizione sull’importanza di Wonder Woman 1984.

“Sai, l’unica cosa che dovevamo fare nel 1984 era parlarne e urlare. Penso che siamo in un momento più sfumato ora, e stiamo iniziando a essere consapevoli degli errori che abbiamo fatto”, ha spiegato Jenkins. “Quello che c’era di diverso allora era che eravamo completamente coinvolti nel sogno senza responsabilità, e nessuno parlava di quanto ingiusto fosse il mondo. Naturalmente, stavano accadendo cose ingiuste ma c’era questa convinzione che quel successo americano sarebbe durato per sempre. Quindi, l’idea era di parlarne in quegli eccessi, e fare un paragone col mondo moderno, mostrando come stiamo pagando il prezzo del modo in cui abbiamo vissuto e le cose che abbiamo ignorato.

Per questo mi è piaciuto moltissimo farlo, e mi è sembrato davvero che ne stessimo parlando. E la cosa che preferisco di Wonder Woman è che abbiamo un super-eroe che rappresenta l’amore e insegna l’amore all’umanità. Ecco perché mi sento come se potessi fare 700 di questi film. Non c’è niente che mi stufa. È come il viaggio della vita per tutti noi, imparare ad essere persone più amorevoli e migliori. Quindi, è come metter su una metafora volta a far capire che si può parlare delle sfide che tutti dobbiamo affrontare. Cercare di essere persone migliori è folle ma meraviglioso.”

Wonder Woman 1984 uscirà nelle sale italiane il 28 gennaio 2021, con Patty Jenkins alla regia, su una sceneggiatura di Dave Callaham, Geoff Johns e della stessa Jenkins, con soggetto di Geoff Johns e Patty Jenkins, e con Gal Gadot, Patty Jenkins, Stephen Jones, Charles Roven, Deborah Snyder e Zack Snyder come produttori.

La fotografia è a cura di Matthew Jensen, con montaggio di Richard Pearson, mentre la colonna sonora è a cura di Hans Zimmer.

Nel cast Gal Gadot (Diana Prince / Wonder Woman), Chris Pine (Steve Trevor), Kristen Wiig (Barbara Minerva / Cheetah), Connie Nielsen (Hippolyta), Robin Wright (Antiope) e Pedro Pascal (Max Lord).

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: