Wonder Woman 1984: una prevendita di biglietti rivelerebbe il runtime del film

La durata di Wonder Woman 1984 con protagonista Gal Gadot parrebbe esser stata rivelata, ed è più lunga del primo film di Patty Jenkins.

Leggi anche: il nuovo trailer che rivela il look di Cheetah

Con la data di uscita di Wonder Woman 1984 che si avvicina sempre di più, la durata del film di Gal Gadot pare sia stata rivelata dopo che le informazioni sulla prenotazione dei viglietti in Corea sono emerse online. Il runtime per il sequel di Wonder Woman è arrivato su Twitter quando un utente ha mostrato le informazioni sulla prenotazione disponibile in Corea, facendo notare che il film dura 151 minuti. È più lungo del film precedente di dieci minuti.

Qui sotto potete vedere il tweet:

Leggi anche: Lindy Hemming racconta la genesi di quella che chiama”l’armatura d’oro”

Con un rapido balzo Wonder Woman 1984 ci porta fino agli anni ’80. Nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, che si troverà ad affrontare un nemico del tutto nuovo: The Cheetah. Sono iniziate le riprese del film che riprende le avventure della supereroina, dopo il primo film campione d’incassi della scorsa estate “Wonder Woman” della Warner Bros. Pictures che ha incassato 822 milioni di dollari al box office a livello mondiale. Come il precedente, anche “Wonder Woman 1984” sarà diretto dall’acclamata regista Patty Jenkins e la protagonista sarà ancora una volta Gal Gadot.

Wonder Woman 1984 doveva uscire nelle sale statunitensi il 14 agosto 2020, con Patty Jenkins alla regia, su una sceneggiatura di Dave Callaham, Geoff Johns e della stessa Jenkins, con un soggetto di Geoff Johns e Patty Jenkins, e con Gal Gadot, Patty Jenkins, Stephen Jones, Charles Roven, Deborah Snyder e Zack Snyder come produttori.

Nel cast Gal Gadot (Diana Prince / Wonder Woman), Chris Pine (Steve Trevor), Connie Nielsen (Hippolyta), Pedro Pascal, Robin Wright (Antiope), Kristen Wiig (Barbara Minerva / Cheetah) e si vocifera un cameo di Lynda Carter, interprete di Wonder Woman nell’omonima serie tv degli anni ’70.

La fotografia è a cura di Matthew Jensen, mentre la colonna sonora è composta da Hans Zimmer.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: