X-Men: Dark Phoenix, i reshoots hanno modificato pesantemente il terzo atto

X-Men: Dark Phoenix ha dovuto attraversare una fase di produzione piuttosto travagliata, con mesi e mesi di posticipazioni e non solo, finché finalmente non ci si è fermati e ora la pellicola arriverà nelle nostre sale a giugno di quest’anno, e segnerà la fine della saga degli X-Men iniziata nel 2000 di Bryan Singer. Questo perché la Disney ha finalmente acquisito i diritti cinematografici dei personaggi con il mega accordo ci dui si è disusso per anni, e ora si sta pensando a come introdurre i Mutanti nel Marvel Cinematic Universe.

A causa di ciò, diversi furono i reshoot fatti per la pellicola, e, secondo quanto riporta la rivista Entertainment Weekly, sembra che abbiano modificato pesantemente il terzo atto della pellicola:

Proprio come Jean, Dark Phoenix ha attraversato un’evoluzione drammatica. Sebbene le riprese fossero terminate a ottobre 2017, i filmmaker hanno deciso di migliorare l’aspetto della Fenice in post-produzione (più “cosmica” e meno “fiammeggiante”, secondo il regista) e girare un nuovo terzo atto che, invece che essere ambientato nello Spazio, vede tutti gli X-Men rapiti e messi su un treno militare.

Inoltre Simon Kinberg, regista della pellicola, ha parlato di come abbiano cercato il giusto mix tra azione e scene dal grande impatto emotivo:

Penso che la sfida più grande sia modulare il film in modo da avere sia l’azione ricca di effetti visivi e le sequenze su larga scala, ma equilibrare queste cose in modo che sembrino calibrate con il dramma. Ci sono grandi sequenze nello spazio e treni che volano per aria e persone che sparano fulmini esplosivi, ma ci sono anche scene emozionanti con quattro pagine di dialoghi.


“In DARK PHOENIX, gli X-MEN affronteranno il loro nemico più formidabile e potente: uno di loro, Jean Gray. Durante una missione di salvataggio nello spazio, Jean viene quasi uccisa quando viene colpita da una misteriosa forza cosmica. Una volta tornata a casa, questa forza non solo la rende infinitamente più potente, ma molto più instabile. Lottando con questa entità dentro di lei, Jean libera i suoi poteri in modi che non può né comprendere né contenere. Con la spirale di violenza e Jean fuori controllo, cosa che la fa arrivare a ferire le persone che ama di più, la nostra protagonista inizierà a disintegrare il tessuto che tiene insieme gli X-Men. Ora, con questa famiglia che va in pezzi, dovranno trovare un modo per unirsi – non solo per salvare l’anima di Jean, ma per salvare il nostro pianeta dagli alieni che desiderano ottenere il suo potere e governare la galassia”.

X-Men: Dark Phoenix (Dark Phoenix) uscirà nelle sale italiane  il 6 giugno 2019, con regia e sceneggiatura di Simon Kinberg, basata sulla saga fumettistica The Dark Phoenix di John Byrne, Dave Cockrum e Chris Claremont, mentre Huth Parker, Lauren Shuler Donner e lo stesso Kinberg figurano come produttori del film. La fotografia è a cura di Mauro Fiore, mentre la colonna sonora è composta da Hans Zimmer.

Nel cast James McAvoy (Professor Charles Xaier), Jennifer Lawrence (Raven / Mistica), Evan Peters (Pietro Maximoff / Quicksilver), Tye Sheridan (Scott Summers / Ciclope), Sophie Turner (Jean Grey / Fenice), Nicholas Hoult (Hank McKoy / Bestia), Alexandra Shipp (Ororo Munroe / Tempesta), Kodi Smith-McPhee (Kurt Wagner / Nightcrawler), Michael Fassbender (Erik Lehnsherr / Magneto) e Jessica Chastain (Smith).