X-Men: Dark Phoenix, primo sguardo a Dazzler e la sua interprete

Dark Phoenix è arrivato nei cinema la scorsa settimana e ha portato con sé un cameo a sorpresa di un classico personaggio degli X-Men.

La pop star mutante, Allison Blaire, alias Dazzler, è stata introdotta nell’Universo Marvel durante gli eventi di “The Dark Phoenix Saga”. È giusto quindi che lei faccia il suo debutto sul grande schermo in un adattamento cinematografico di quella storia.

Per diverso tempo ci siamo chiesti chi avrebbe interpretato il personaggio, e col film la 20th Century Fox gha rivelato di aver consegnato il ruolo all’ex-star di The Orville, la bellissima Halston Sage. Dazzler in realtà ha un cammeo piuttosto breve in un momento di canto in Dark Phoenix, ma è comunque una gradita apparizione, un po’ come Jubilee in X-Men 2, anche se la si vede solo di sfuggita.

Qui sotto potete dare un’occhiata ad Halston Sage nel ruolo:

View this post on Instagram

#dazzler #darkphoenix

A post shared by Halston Sage (@halstonsage) on

Anche la stessa Halston Sage tempo fa ha confermato la sua presenza nel film, ed il fatto di quanto sia stato difficile mantenere il segreto:

“Non volevo introdurre molti altri personaggi”, ha detto ice Kinberg. “Nell’originale Dark Phoenix Saga, c’è il Club Hellfire, hai Lilandra e gli Shi’ar. Ci sono molte altre cose che potevo inserire nella ricetta, e volevo far bollire il film fino all’essenziale da un punto di vista emotivo, per poi introdurre alcuni cameo. Sono solo un’enorme fan di Dazzler dai ei fumetti e nella scena c’era l’opportunità di cantare per qualcuno ad una festa, quindi mi son detto: ‘perché no?’.”

I poteri mutanti di Dazzler le permettono di convertire le onde sonore in fasci di luce e energia concentrati. Prima di unirsi agli X-Men, ha usato i suoi poteri per creare uno spettacolo di luci unico e sorprendente durante le sue esibizioni.

Dazzler è stato creato da Tom DeFalco e John Romita Jr. come parte di una partnership cross-promozionale tra Marvel Comics e Casablanca Records. L’idea era che fosse un personaggio multimediale che sarebbe apparso nei fumetti della Marvel mentre veniva interpretato da Bo Derek in un lungometraggio. I piani del film andarono in pezzi, ma Dazzler continuò a comparire nella sua serie a fumetti lunga 42 numeri tra il 1981 e il 1985.