Zack Snyder ama Star Wars ma pensa di non potersi adattare alla saga in questo momento

Zack Snyder dice che nonostante il suo lungo amore per il franchise, non pensa che si adatterebbe all’attuale universo di Star Wars nel ruolo di regista.

Snyder è meglio conosciuto per aver diretto film di supereroi dark e classificati come R, ha adattato la grapich novel Watchmen per lo grande schermo nel 2009 e poi ha diretto una trilogia di film che ha contribuito a lanciare il DC Extended Universe, a partire da Man of Steel. Il suo ultimo progetto per la DC, Justice League, uscirà su HBO Max nel 2021, e un nuovo trailer del progetto, pubblicato nel terzo anniversario dell’uscita del montaggio cinematografico, ha debuttato martedì.

Dato la sua passione per la regia dei film in franchise, molti si sono chiesti se Snyder avrebbe mai diretto un film nell’universo di Star Wars, soprattutto da quando una voce del 2013 lo collegò a un progetto autonomo di Star Wars in stile “Sette Samurai”, che si sarebbe concentrato su una squadra di Cavalieri Jedi. Quel progetto non ha mai oltrepassato il mondo dello voci internettiane, tuttavia, e da allora l’universo di Star Wars ha prodotto tre sequel della saga di Skywalker, due film indipendenti e la serie Disney + di grande successo The Mandalorian.

Snyder, nel frattempo, ha prodotto una serie di altri progetti e sta attualmente lavorando a una serie di film sugli zombi per Netflix, oltre al suo taglio di Justice League.

Ora, a Snyder è stato chiesto ancora una volta se sarebbe disposto a dirigere un film di Star Wars, durante un’intervista con TheFilmJunkee su YouTube. La risposta di Snyder, sebbene diplomatica, rende essenzialmente chiaro che non ritiene che il suo stile si adatterebbe con l’attuale visione dell’universo di Star Wars. Aggiungendo che sebbene ami il franchise, dato che lo ha ispirato a iniziare a fare film, non sa più “cosa sia” e si sente come se fosse “lontano da lui”.

“Penso di averne parlato un po’ in passato. Sono un grande fan di Star Wars. Il motivo per cui ho iniziato a fare film quando avevo 11 anni è a causa di Star Wars. Sicuramente ha avuto un’enorme influenza su di me e mi ha davvero portato in questo percorso mitico con l’interpretazione di Joseph Campbellian degli archetipi e della narrazione. Sì, Star Wars è questo per me. Ho interesse per Star Wars. Non credo di avere una storia scritta ora che… non so più come mi inserirei nell’universo di Star Wars. Tipo, io… adesso non so cosa sia. Quindi è una cosa che amo, ma non so se… forse è andata un po’ oltre per me. Lo adoro ancora e ho spade laser ovunque in casa.”

Non sorprende che Snyder non si ritenga adatto all’attuale universo di Star Wars. I film sequel della Disney erano decisamente rivolti a tutta la famiglia e, per la maggior parte, presentano trame in stile avventura facili da seguire. Snyder non solo è più a suo agio nello spazio del R-rated, ma si diverte anche a realizzare film che vanno in profondità con la mitologia del loro universo, qualcosa in piena mostra con il suo taglio di Justice League.

Purtroppo, quindi, sembra che quelle voci nel 2013 fossero proprio questo, e Snyder non si unirà all’universo di Star Wars per il prossimo futuro. Tuttavia, non esclude del tutto la possibilità.

La Disney ha già cambiato rotta con il franchise una volta negli ultimi anni, decidendo di concentrarsi su programmi TV e film scollegati dalla saga principale a breve termine, e quindi potrebbe un giorno esserci spazio per film di genere più complessi e adulti, anche se è bene ricordare che il geniale Rian Johnson ha provato a fare la medesima cosa ed è stato criticato, quindi chissà.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: