Zack Snyder: rilasciato il corto diretto dal regista dopo l’abbandono di ‘Justice League’

Ormai Justice League è in piena fase di post-produzione e come ben sappiamo il regista del film, Zack Snyder, ha lasciato il progetto nelle mani del regista Joss Whedon dopo il suicidio della figlia ventenne, Autumn. Molti si sono chiesti cosa avrebbe fatto Snyder dopo aver superato lo choc, ma a quanto pare non tornerà dietro la post-produzione di Justice League, che rimarrà nelle mani di Whedon fino all’uscita. A dichiarare ciò è lo stesso Snyder durante un’intervista con WIRED:

Sarebbe sbagliato per diversi motivi, dato che manco da molto tempo. Al momento mi sento eccitato per il progetto e sono contento per i miei ragazzi e adoro le persone che ci stanno lavorando. Sono la mia famiglia e credo che stiano facendo un ottimo lavoro. Quindi ho dovuto lasciarli fare le loro cose.

Ma allora cos’ha combinato Snyder durante questi ultimi mesi? Per chi è abbastanza informato saprà che Snyder ha realizzato un cortometraggio di quattro minuti intitolato Snow Steam Iron, pubblicato in rete esattamente qualche minuto fa e che potete vedere qui sotto. La particolarità di questo corto è che è stato girato interamente con un iPhone, mentre il resto il regista l’ha ottenuto lavorando con dei suoi conoscenti. Per esempio, il make-up del corto è stato realizzato dall’altra sua figlia, Willow, mentre l’attrice protagonista del corto è un’amica della figlia prima citata. Infatti lo stesso Snyder ha dichiarato nell’intervista che ha voluto trascorrere un periodo insieme ai parenti e i suoi amici.

E’ stata un’esperienza catartica per tutti noi in uno strano modo, perché quando siamo insieme per noi è più facile realizzare un film che parlare. C’era un’aria pesante, come potrete ben immaginare, ma questo corto ci ha dato l’occasione di stare insieme ed è stato molto bello.

Il noto film maker statunitense non ha voluto girare questo corto solamente per stare con i suoi cari e fare quello che più gli piace, ma anche perché terrà una lezione alla scuola di cinema ArtCenter College of Design a Los Angeles nella quale dimostrerà agli studenti che chiunque con un telefono può realizzare un film. Pertanto il regista voleva dare qualcosa agli studenti per mostrargli che ciò è davvero possibile, ma va anche detto che ci vuole un minimo di attrezzatura. Snyder per il suo corto ha usato delle lenti specifiche attaccate all’obbiettivo del suo telefono, ha usato dei droni per alcune delle riprese, un mini dolly per le carrellate e un particolare app per dare il giusto tono alle immagini.
Ma dopo tutto ciò a cosa si dedicherà Snyder? Sicuramente non lascerà il DCEU, dato che ha già contribuito alla pre-produzione dei prossimi film, ma ha dichiarato che si dedicherà interamente al suo prossimo lungometraggio, ovvero The Last Photograph, film su cui sta lavorando da quando è uscito 300.

Voi cosa ne pensate di questa faccenda? E soprattutto: vi è piaciuto il corto di Snyder? Fatecelo sapere con un commento!


Zack Snyder annuncia l’uscita di un suo cortometraggio 

Joss Whedon e Zack Snyder accreditati alla regia di Justice League