Zack Snyder rivela come il cameo di Flash avrebbe dato inizio a Justice League 2

La sequenza incubo di Batman v Superman: Dawn of Justice ha confuso i detrattori negli ultimi quattro anni, ed anche se è sempre stata chiara ai fan perché auto-esplicativa, il regista Zack Snyder ha ora condiviso alcuni dettagli su come il viaggio di Flash nel passato fosse destinato a creare una nuova linea temporale che doveva essere esplorata in Justice League 2.

Leggi anche: Zack Snyder parla dei segreti della sequenza incubo di Batman V Superman

Sulla base di ciò che il regista ha detto, sarebbe stato un po’ contorto, ma fondamentalmente avremmo visto l’Uomo d’acciaio incattivito e soggiogato agli effetti dell’equazione anti-vita di Darkseid.

“Ho avuto l’idea che in futuro, quando la Justice League parlava di rimandare Flash per avvertire Bruce Wayne, Cyborg avrebbe fatto i calcoli per rimandarlo indietro e avrebbe detto di avere due possibilità per dove rimandare Flash indietro nel tempo.”

I numeri quindi avrebbero indicato due momenti per avvertire Bruce, quello in cui Lois sarebbe quasi rimasta uccisa, o quello in cui Bruce non sarebbe stato in grado di fermare ciò dall’avvenire, comunque le cose sarebbero andate verso una direzione che avrebbero portato Flash a ad avvicinarsi a quel momento in modo che Bruce potesse capire la realtà dei fatti.

“E così in futuro Bruce dice a Cyborg: ‘Beh, a che ora mi rimanderai a… a che ora mi rispediresti adesso?’. E Cyborg risponderebbe: ‘Sono incline verso questo momento’. E Bruce risponderebbe: ‘Fai l’altro, perché l’hai già mandato li ed era troppo presto, quindi mandami all’altro’. È così che riesce a recuperare Flash di nuovo.”

In altre parole, sarebbe stata creata una nuova sequenza temporale che avrebbe visto Flash avvisare Superman della scomparsa di Lois Lane, qualcosa che avrebbe capito a quel punto, aiutando così Batman a impedire che quel questo futuro desolato diventasse realtà. O, come dice Snyder: “nella nuova linea temporale si sposta in un momento diverso che è più vicino all’evento che non abbiamo ancora visto in questo film“.

Questa è forse la spiegazione più approfondita che abbiamo avuto sui piani di Justice League 2 di Snyder, ed è chiaro che il regista aveva piani ambiziosi per il suo sequel. Indipendentemente da ciò che è accaduto con la Snyder Cut, non potremo mai vedere questo sequel, e i suoi piani per il DC Extended Universe non diventeranno mai realtà sul grande schermo.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: