Zack Snyder rivela i piani originali per Justice League e un mucchio di altri dettagli

Molti fan si stanno ancora chiedendo cosa sia realmente accaduto con Justice League e il futuro dei film della DC Films che non sono mai stati pubblicati. Dopo Batman V Superman: Dawn of Justice, e la sua ricezione mista da parte della critica, la Warner Bros. Pictures ha apportato importanti cambiamenti al seguito e causato una scissione col regista originale, Zack Snyder.

Durante un live Q&A con i fan dopo una proiezione di Batman V Superman, a Snyder è stato chiesto in modo molto schietto da un fan: “Che diavolo è successo?“, e il regista è stato sorprendentemente sincero riguardo ai cambiamenti che ha dovuto apportare a Justice League a causa dell’interferenza dello studio.

“Questa è una bella domanda”, ha risposto Snyder, portando il pubblico a ridere. Snyder ha parlato della “minoranza vocale” a cui non è piaciuto Batman V Superman, e l’effetto che ha avuto su Justice League l’interferenza dello studio. “L’originale Justice League che Chris Terrio e io abbiamo scritto, non l’abbiamo nemmeno girata… L’idea reale, l’idea difficile, l’idea paurosa, non l’abbiamo mai filmata perché lo studio era come: ‘È pazzesco’.”.

Snyder ha poi aggiunto anche che lui e i suoi collaboratori erano insicuri a causa della reazione a Batman V Superman.

“È una lunga storia”, ha continuato Snyder. “La verità è che la sequenza incubo in questo film è stata sempre la mia idea che tutto ciò sarebbe stato spiegato… e che saremmo finiti in un futuro distante dove Darkseid ha conquistato la Terra e dove Superman ha ceduto all’Equazione Anti-Vita… Ci sarebbero stati alcuni membri della Justice League sopravvissuti in quel mondo, che stavano ancora combattendo, Batman avrebbe rotto un patto con Cyborg perché qualcosa sarebbe successo successo… Stavano lavorando su una soluzione che avrebbe portato Flash a saltare indietro nel tempo per dire a Bruce…”

Snyder si riferisce alla sequenza di Batman V Superman in cui Flash dice a Batman che “Lois è la chiave“, cosa che non viene mai citata in Justice League. E il regista ha detto che la Warner Bros. era concorde con la storia generale che lui voleva raccontare, ma “i dettagli di come e perché” la Justice League si sarebbe sciolta li rendevano nervosi e volevano cambiarli.

Poi Snyder ha affrontato la questione della scena post-credits che è stata tagliata dal film, e avrebbe rivelato che la lotta della Lega contro Darkseid era tutt’altro che finita.

“L’anticipazione di Justice League che alla fine non è stata presente nel film, a quanto pare, vedeva Wonder Woman dire ciò a Bruce: ‘Ero proprio qui quando Barry Allen è venuto da me e ha detto che Lois Lane è la chiave’, e lei avrebbe risposto: ‘Lo è, per Superman, ogni cuore ne ha una’. Al che lui avrebbe risposto: ‘Penso che sia qualcosa di più, qualcosa di più oscuro’.”

Snyder alla fine ha spiegato che se Lois fosse morta, allora Superman avrebbe ceduto all’equazione anti-vita.

“Se Superman sapeva che in qualche modo Bruce era responsabile della protezione di Lois, sarebbe stato arrabbiato con lui in [Batman V Superman]. Ecco perché dice: ‘Era il mio mondo, e tu me l’hai portata via’.”

Snyder spiega poi che Cyborg avrebbe trasportato Flash indietro nel tempo, cambiando il piano originale da quello che vediamo in Batman V Superman. Invece, Barry Allen avrebbe tentato di impedire l’omicidio di Lois Lane per mano di Darkseid, che aveva appena commesso arrivando nella Bat-caverna attraverso un Boom-dotto.

Questo dettaglio finale ha letteralmente mandato in visibilio i fan, ma sfortunatamente è tutto quello che Snyder ha rivelato sui suoi piani per il sequel di Justice League. Adesso più che mai siamo desiderosi di vedere la versione di Snyder di Justice League!

Fonte