Zack Snyder spiega come la sua Snyder Cut di Justice League si inserirà nel DCEU

Sappiamo da alcune settimane che la Justice League di Zack Snyder arriverà su HBO Max nel 2021, a seguito di una battaglia di tre anni da parte del regista e della sua fan-base per far uscire la Snyder Cut della sua squadra di supereroi.

Ma sono successe molte cose da quando Snyder si è allontanato dal DCEU nel 2017 e Warner Bros. è passata a sviluppare il suo universo. Quindi, quando verrà rilasciata la Snyder Cut, dove si adatterà alla continuità del DCEU? E sopratutto, si adatterà?

Zack Snyder ha affrontato questa preoccupazione durante un’intervista con Grace Randolph di Beyond the Trailer, spiegando:

“Per me, quando il film arriverà, camminerà lungo il proprio sentiero. È un po’ come fosse separato da ciò che direi che è in questo momento l’universo cinematografico della DC. Penso che diverga in un modo, e penso che sia una buona cosa. Il potere della DC, uno dei suoi punti di forza, è il concetto del multiverso. Hanno anche messo al primo posto i loro registi dicendo di voler percepire i loro stili individuali.

E’ una cosa rappresentativa della grande tradizione dei fumetti, e delle trame con al centro questi fantastici personaggi interpretati da grandi autori. Ho sentito qualcuno dire: ‘Oh, stiamo entrando nello Snyderverse ora’, e francamente questa particolarità esiste fra Justice League, Batman v Superman e Man of Steel, c’è continuità tra questi tre film. Lo so perché li ho creati, il mio obiettivo principale è soddisfare quella struttura narrativa [e] continuare quella storia.”

È importante ricordare qualcosa di ovvio che Zack Snyder sottolinea nell’intervista. Quando questo film uscirà nel 2021 su HBO Max saranno passati ben cinque anni da quando Snyder ha terminato le riprese del suo film nel 2016. Nel frattempo sono successe molte cose con personaggi come Wonder Woman (Gal Gadot) e Aquaman (Jason Momoa). Quest’ultimo ha avuto il suo film da solista, ed è parzialmente influenzato da elementi presenti in Justice League. Quindi inserire una nuova versione del film nel mezzo della sequenza temporale potrebbe essere dirompente, a meno che la Justice League di Snyder non sia in grado di esistere in maniera a se stante, e non debba fare affidamento su altri titoli presenti nella timeline.

C’è una libertà che arriva assieme all’autorizzazione data a Zack Snyder nel procedere con la sua visione di Justice League per HBO Max. E il servizio di streaming può continuare donando un’offerta di continuazione, potrebbe aprire la strada per continuare ad esplorare idee e strade diverse per i cineasti nell’universo DC.

Molti fan in questo momento stanno sostenendo, per esempio, una campagna per il taglio originale di Suicide Squad, e tutti puntano il dito verso il servizio di streaming in modo che ripristini il concept iniziale nella pellicola. E presto ci saranno campagne, senza dubbio, per il ritorno di Ben Affleck come Batman, sempre su HBO Max, ma ovviamente dipenderà dalla risposta del pubblico verso Justice League.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: