Zombieland: Doppio Colpo, Jesse Eisenberg rivela perchè il sequel ci ha messo così tanto ad arrivare

L’originale Zombieland ha debuttato nel 2009 e, anche se è diventato un grande successo, i fan hanno dovuto aspettare un decennio prima di ricevere un sequel, l’imminente Zombieland: Doppio Colpo.

Leggi anche: il regista di Zombieland: Doppio Colpo parla dei nuovi tipi di zombie

A quanto pare, stando alla star Jesse Eisenberg, la causa di questo slittamento così lungo è che gli scrittori stanno diventando una merce scottante a Hollywood, e che hanno avuto aspettare fino a quando non avessero finito di lavorare ai film di Deadpool per ottenere la sceneggiatura.

Fortunatamente, l’attore lascia intendere che l’attesa varrà la pena, poiché questa ha significato poter lavorare molto e sviluppare la sceneggiatura nel migliore dei modi.

“Abbiamo aspettato 10 anni per girare il film — beh, non abbiamo aspettato, stavamo provando a fare il film subito dopo il primo perché era così popolare, e abbiamo aspettato la sceneggiatura migliore”, ha condiviso Eisenberg con The Tonight Show con Jimmy Fallon. “Nel frattempo, i due scrittori, Rhett Reese e Paul Wernick, hanno fatto Deadpool, e quindi stavamo aspettando che finissero così da poter scrivere questo. Abbiamo aspettato tutti, io, Woody Harrelson, Emma Stone, Abigail Breslin, stavamo tutti aspettando il copione e finalmente è arrivato.”

Zombieland: Doppio Colpo, il film diretto da Ruben Fleischer, è il sequel del film cult Benvenuti a Zombieland del 2009. Sono trascorsi dieci anni da quando Columbus (Jesse Eisenberg), Tallahassee (Woody Harrelson), Wichita (Emma Stone) e Little Rock (Abigail Breslin) si sono incontrati, creando uno strambo nucleo familiare senza legami di sangue.

Il gruppo si è trasferito nel cuore degli Stati Uniti, a Washington, e di preciso nella Casa Bianca, che ormai abbandonata è divenuta la loro base operativa. Qui vivono come una vera famiglia, continuando ad abbattere qualsiasi zombie si trovino davanti, nonostante le creature si siano evolute rispetto a quelle del primo film; ora sono divisi in tre tipologie: gli stupidi Homer, Hawking (quelli intelligenti) e, infine, la più micidiale, i Ninja.
Ma nel loro cammino non si imbatteranno soltanto nei zombie, infatti Tallahasse e compagnia incontreranno anche altri esseri umani, sopravvissuti all’epidemia e alla carneficina dei non morti.

Tra questi ci sono la bionda Madison (Zoey Deutch), che creerà scompiglio tra Columbus e Wichita, e la coppia formata da Albuquerque (Luke Wilson) e Flagstaff (Thomas Middleditch), molto simili a qualcuno che il gruppo ammazza-zombie conosce bene.
Dopo un litigio Little Rock, considerata la piccola della famiglia, fugge con l’auto insieme a un ragazzo misconosciuto, Berkeley (Avan Jogia), e il resto della combriccola si mette sulle sue tracce, prima che sia troppo tardi.

Tra momenti di puro caos che sfociano nella violenza e nella comicità, i quattro dovranno far fronte ai problemi che sorgono quando una famiglia improvvisata cresce e si evolve, come gli stessi zombie.

Zombieland: Doppio Colpo (Zombieland: Double Tap) uscirà nelle sale italiane il 14 novembre 2019, con Ruben Fleischer alla regia, su una sceneggiatura di Rhett Reese, Paul Wernick e Dave Callaham, e con Gavin Polone come produttore. La fotografia è a cura di Chung-hoon Chung, mentre la colonna sonora è composta da David Sardy.

Fonte